Roma
Table_of_Hydraulics_and_Hydrostatics,_Cyclopaedia,_Volume_1

Dopo la conquista napoleonica, all’inizio dell’Ottocento sorgono per breve tempo in Italia delle scuole speciali per gli ingegneri idraulici della pubblica amministrazione: sono la Scuola idrostatica di Ferrara e la Scuola di applicazione degli ingegneri pontifici, a cui si collega la Scuola del Regno delle due Sicilie. La Scuola speciale d’Idrostatica di Ferrara Nel 1802 Napoleone approva una legge di riordino dell’ordinamento scolastico, che...


Istituzioni_ Curatore acque 2

Il periodo repubblicano dell’antica Roma vedeva lo stato appaltare ai privati la costruzione e la gestione dei pubblici acquedotti. Ai magistrati romani spettavano le funzioni di polizia idraulica, le concessioni di derivazione e la vigilanza sull’operato degli appaltatori. Dopo la fondazione dell’impero, in circa 80 anni il numero degli acquedotti passa da 4 a 9, mentre la portata complessiva aumenta più del doppio. Contemporaneamente...


"12 dicembre 2008 piena del tevere 18" di Stefano Bolognini - Opera propria. Con licenza CC BY 3.0 tramite Wikimedia Commons

Le vicende storiche della città di Roma si intrecciano spesso, nel bene o nel male, con quelle del fiume Tevere. Le piene del Tevere hanno fatto parte della storia di Roma per oltre 2600 anni, dalla sua fondazione fino al ventesimo secolo. Dal Tevere stesso, nella sua definizione arcaica, potrebbe infatti derivare il nome della Città Eterna: tra le diverse ipotesi sulle sue origini...


"Giardino Di Ninfa Bonifica". Con licenza Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons

Il territorio dell’Agro Pontino o Pianura pontina è una pianura in gran parte alluvionale delimitata ad ovest e sud dal mar Tirreno, a est dai primi rilievi appenninici dei monti Lepini ed Ausoni, a nord dal medio corso del fiume Astura e dai primi rilievi dei Colli Albani. Il territorio, un tempo coperto dalle paludi, è oggi bonificato. L’epoca romana e il Medioevo L’Agro...


Venturoli 1

Giuseppe Venturoli nasce a Bologna il 21 gennaio 1768, figlio secondogenito di una famiglia benestante. A sette anni entra nelle scuole del Seminario arcivescovile, dalle quali esce a quattordici anni con un’ottima conoscenza dell’italiano e del latino, alle quali aggiunge il greco e le lingue moderne. Fin dall’infanzia si dimostra un grande studioso, e ha come unico svago la musica. Per gli studi superiori...